Consigli per una schiena sana

Postura seduta corretta/eretta
Nella postura seduta eretta, ci si siede con il busto in avanti, la schiena dritta e il bacino in punta di sedia, le cosce leggermente inclinate, formando un angolo aperto di 45-60°. Il cingolo scapolare poggia sul petto senza tensione muscolare. Lo sterno è sollevato in avanti e verso l'alto, la parte posteriore della testa è allungata all'indietro e verso l'alto in modo che anche la colonna cervicale sia allungata.

Cambi di posizione frequenti
Anche la migliore postura di base dopo troppo tempo diventa uno sforzo unilaterale. Ecco perché è importante cambiare frequentemente la postura quando si sta seduti per lunghi periodi di tempo. Per esempio, si può passare da una postura seduta eretta a una postura di sollievo con i gomiti appoggiati sulle cosce. Anche la posizione di seduta reclinata, così come la posizione di seduta frontale con le braccia appoggiate alla scrivania, possono offrire un cambiamento nella posizione di seduta.

Rigenerazione e relax
Oltre a rafforzare la schiena, bilanciare lo stress è una misura importante per prevenire la tensione nella schiena. Ha quindi senso includere esercizi di rilassamento nella routine giornaliera, che aiutano a bilanciare lo stress della vita quotidiana.

Allenare la coordinazione
La coordinazione descrive l'interazione di nervi e muscoli. Ogni movimento (conscio o inconscio) funziona solo perché il nostro corpo ha imparato a coordinarlo. Una muscolatura forte del tronco protegge la spina dorsale e aiuta la schiena nella vita quotidiana. È altrettanto importante che i muscoli lavorino in armonia con i legamenti, i tendini e gli altri componenti. L'allenamento della coordinazione ha un ruolo importante in questo.

Allenare la resistenza
Anche se la resistenza ha un ruolo importante soprattutto per l’allenamento cardiovascolare e dei muscoli delle gambe, contribuisce in modo significativo al rafforzamento dei muscoli della schiena. In particolare, un allenamento regolare di resistenza che coinvolge i grandi gruppi muscolari, favorisce il metabolismo muscolare e articolare nella zona della colonna vertebrale. Il mal di schiena può quindi essere prevenuto e alleviato.

Rafforzare gli addominali e i muscoli della schiena
I muscoli della schiena assicurano la mobilità e la stabilità della parte superiore del corpo, con la connessione muscolare che va dal bacino al collo. Tuttavia, perché la schiena sia equilibrata, ha bisogno di muscoli addominali forti. La colonna vertebrale è sostenuta dalla schiena e dai muscoli addominali. Per questo motivo, per una schiena sana è particolarmente importante che entrambi i gruppi muscolari siano allenati e rafforzati.

Sollevare e portare pesi con cautela
I movimenti di flessione e di torsione spostano la colonna vertebrale dalla sua posizione di base neutra e naturale. Piú grande la deviazione dalla posizione eretta, più i muscoli devono lavorare per mantenere il corpo in equilibrio. Così, sollevare e portare pesi mette a dura prova i muscoli del tronco. Se anche i muscoli dorsali e addominali sono deboli, l'apparato di tenuta può essere sovraccaricato. I seguenti consigli vi aiuteranno a proteggere la vostra schiena:
· Avvicinarsi al peso divaricando leggermente le gambe (questo offre una base d’appoggio più ampia permettendo lo scarico del peso su tutto il corpo).
· Piegare le ginocchia e tenere la schiena dritta, contrarre i muscoli della schiena e risalire a colonna dritta.
· Sollevare i pesi con tutte e due le braccia se possibile, altrimenti alternare il trasporto o suddividere il peso.

 

 


Insufficienza venosa - l'importanza delle calze adatte

Capillari dilatati, venuzze evidenti, gonfiori, o addirittura vere e proprie varici: non sono solo un problema estetico, ma veri e propri campanelli d’allarme che ci vogliono ricordare che troppo spesso trascuriamo la salute delle nostre gambe. L’errore più comune è fare finta di nulla, perché con l’andare del tempo i disturbi della circolazione si aggravano e possono portare a seri problemi come insufficienza venosa cronica, trombosi venosa e ulcere. Disturbi anche gravi e invalidanti, che secondo le recenti statistiche colpiscono il 25% delle donne e il 15% degli uomini e che si accentua con l’età, interessando circa la metà degli over 50.

Cause
Le vene delle nostre gambe hanno un compito molto importante: quello di portare il sangue dai tessuti al cuore, lavorando costantemente contro la forza di gravità. Per poter svolgere questo lavoro il meglio possibile, spingendo il sangue verso l’alto ed evitando il suo rifluire verso il basso, è necessario che le pareti delle vene siano elastiche e che le valvole venose funzionino a dovere. Se questo meccanismo non è perfetto, le vene non sono in grado di far risalire il sangue verso il cuore e si creano dei ristagni di sangue nelle vene, provocando la comparsa delle varici.

Fattori di rischio
Tra i principali fattori di rischio ci sono la predisposizione genetica, il sesso femminile, l’età, la sedentarietà, sovrappeso e obesità e attività lavorative che costringono a stare a lungo in piedi.

L’importanza delle calze
L’aiuto senz’altro più valido che possiamo dare alle nostre gambe – oltre ad uno stile di vita sano – sono le calze elastiche a compressione graduata, che aiutano lo svuotamento venoso. Studi medici confermano che le calze elastiche a compressione graduata siano il dispositivo più efficace e completo per la terapia dell’insufficienza venosa, poiché riescono a prevenire e ridurre i sintomi come il senso di pesantezza, il gonfiore, il dolore. Di calze a compressione graduata ne esistono molti tipi, a seconda del grado di disturbo e della compressione esercitata. In particolare, queste calze si dividono in due grandi tipologie:

· Calze da riposo, o preventive: indicate, in assenza di una patologia conclamata, per prevenire lo sviluppo di problemi circolatori in soggetti con uno o più fattori di rischio.

· Calze terapeutiche: veri e propri dispositivi medici, che sono prescritte dal medico specialista e vendute presso punti vendita autorizzati.

Presso le nostre filiali Vitaplus a Bolzano, Bressanone e Merano trovate una vasta gamma di calze elastiche preventive e calze medicali. Numerosi modelli e colori di tendenza, tutte le classi di compressione, ma anche calze su misura.

A ognuno la sua calza
Il nostro personale garantisce la scelta del modello più adatto alle esigenze e problematiche individuali. Sia il punto vendita di Merano che quello di Bolzano offrono la possibilità di effettuare misurazioni precise grazie a Bodytronic, il sistema di misurazione digitale per la scelta ideale della taglia e del prodotto.

Venite a trovarci nelle nostre filiali per conoscere tutti i modelli e tipi di calze compressive, da quelle terapeutiche a quelle preventive, quelle da viaggio, sportive o per la gravidanza. Vari tipi e numerose tonalità nei modelli gambaletto, calza autoreggente, collant e collant materno. Lasciatevi consigliare dal nostro team competente e trovate le calze più adatte alle vostre esigenze.

Visitate il nostro online-shop e scoprite i nostri infila calze.

 

 


Coppe grandi: vestibilità perfetta e tenuta impeccabile

La moda mare che ti sostiene
Le caratteristiche imprescindibili della moda mare per coppe grandi sono vestibilità perfetta e tenuta impeccabile. Lo Special Big Cup Support di Anita ti garantisce massima funzionalità e una vestibilità comoda e piacevole.
Rosa Faia - La moda mare per donne con seno generoso fino alla coppa I che modella uno splendido décolleté sostenendolo con sicurezza.

Per alcuni modelli è disponibile anche lo Special Big Cup Support. Di cosa si tratta?

  • Vestibilità particolarmente piacevole e forte grazie all'apposita imbottitura nella coppa e sulla schiena
  • Gancetto e spalline più larghe
  • Sostegno sicuro grazie alle stecchette flessibili sui lati
  • Ferretto modellante che diventa più stabile all'aumentare della taglia

Suggerimenti e consigli sulla moda mare per taglie forti
Come anche per l'acquisto di intimo e lingerie è importante che il costume intero o bikini vesta in modo ottimale. Per questo il tuo nuovo capo di moda mare non dovrebbe stare troppo stretto. Se le spalline o i laccetti stringono, non solo fanno male alla salute, ma creano anche antiestetici difetti sulla pelle. Un costume troppo grande invece non aderisce bene al corpo o le coppe sporgono.La moda mare di Anita e Rosa Faia , come il nostro intimo, è disponibile nelle coppe dalla A alla I. Ecco perché sarà facilissimo trovare il costume intero o bikini che ti calza alla perfezione.

Per nascondere o sottolineare il seno generoso
Se desideri sottolineare il tuo décolleté, la scelta giusta sono colori accesi e motivi appariscenti - arricciature e ruches calamiteranno tutti gli sguardi.Se invece preferisci nasconderlo, scegli i nostri décolleté meno scollati e le tinte unite - il colore classico che fa apparire più snelle è il nero. Il nostro suggerimento: accessori come foulard o tuniche sono alleati perfetti per nascondere una coppa grande.

Mix & Match
Hai un seno molto generoso, ma una silhouette esile? Noi ti offriamo la soluzione Mix & Match. Questo offre tante combinazioni versatili, così potrai indossare un top con coppa grande abbinato a uno slip di taglia più piccola. Inoltre, potrai giocare con gli accostamenti non solo fra colori e motivi, ma anche di linee diverse.

Come lavare correttamente
Cloro, sudore, sabbia e creme solari danneggiano le fibre di elastan, ecco perché il tuo bikini perde la forma. Noi ti consigliamo di lavare a mano e con del detersivo delicato il tuo costume dopo ogni utilizzo. Prima di lavarlo in lavatrice, leggi sempre le istruzioni riportate sull'etichetta.Ti suggeriamo di lavarlo senza ammorbidente a 30°C inserendolo in un sacchetto salvabiancheria e scegliendo un ciclo delicato.Evita di asciugare il costume nell'asciugatrice, sui termosifoni o alla luce solare diretta. L'ideale è far asciugare il costume da bagno all'aria aperta all'ombra.

Fonte: www.anita.com